Ritardi, malumori e prospettive Multiservizi, futuro ancora incerto


15 Maggio 2019 - 14:08

la partecipata

Ritardi, malumori e prospettive
Multiservizi, futuro ancora incerto

Oggi la protesta per il mancato pagamento del mese di aprile. E la richiesta di risposte certe.

CATANIA - Ancora tensioni in Multiservizi. Ancora incertezze nonostante il cambio al vertice e la modifica dello statuto. Oggi, una settantina di lavoratori hanno  protestato per il ritardo nel pagamento della mensilità di aprile, sebbene i lavoratori fossero stati ampiamente rassicurati. "Siamo stanchi di elemosinare - affermano i rappresentanti dell'Asal. Ci rassicurano a parole ma la preoccupazione resta alta".

Oggi, una rappresentanza di lavoratori ha incontrato il ragioniere generale che ha spiegato loro la situazione, che sarebbe dovuta a lungaggini burocratiche. "Gli stipendi ci sono stati garantiti, ma si sta perdendo tempo - continuano i sindacalisti - tempo che non possiamo permetterci. Lamentiamo inoltre l'assenza di comunicazione tra i vertici aziendali e gli uffici comunali".

Oltre le incertezze per il futuro, dal momento che il problema dell'assenza di liquidità potrebbe causare nuovamente il blocco dei pagamenti. "Da luglio in poi potremmo ritrovarci punto e a capo - proseguono: per questo attendiamo l'esito dell'incontro di domani tra Multiservizi e Comune e che l'amministrazione ci dica come vuole riorganizzare l'azienda, anche alla luce della modifica dello statuto. E non ultimo - concludono - cosa succederà alla forza lavoro, considerati gli effetti della legge Madia per cui il valore del contratto dovrebbe diminuire e anche consistentemente. Non vorremmo avere cattive sorprese".

 


15 Maggio 2019 - 14:08