Cresce la raccolta differianziata A marzo registrato un balzo del 3%


13 Aprile 2019 - 11:24

Rifiuti

Cresce la raccolta differianziata
A marzo registrato un balzo del 3%

Dal mese di ottobre raddoppiata la percentuale complessiva.

CATANIA - Arriva un netto balzo in avanti nella raccolta differenziata, che nel territorio del Comune di Catania fa registrare un +3% rispetto al mese precedente, assestandosi al 12,37% complessivo. Percentuali ancora basse rispetto agli obiettivi da raggiungere, ma in costante crescita. Dal settembre 2018, periodo del cambio d’appalto nel settore della raccolta rifiuti sotto il coordinamento del assessore al ramo Fabio Cantarella, si è passati dal 5,61% ai dati attuali. Numeri di fatto raddoppiati e che nel dettaglio vanno letti così: ottobre 6,76; novembre 7,98; dicembre 8,03; gennaio (2019) 9%, febbraio 9,43. I dati registrati a marzo vanno letti inoltre sotto la lente d’ingrandimento del bilancio, perché diminuendo il conferimento in discarica, è previsto un risparmio per le casse comunali di circa 200mila euro.

I risultati attuali sono figli anche di un lavoro coordinato mirato a contrastare il cosiddetto fenomeno degli incivili. Prendendo le deleghe, Fabio Cantarella aveva annunciato sin da subito la necessità di accompagnare al riordino del settore la linea dura contro trasgressori e “sporcaccioni”. Da ottobre si contano 4mila sanzioni elevate dal corpo della Polizia municipale. La categoria più colpita è quella dei “pendolari dei rifiuti”, ovvero di quei non residenti che gettano il pattume nei cassonetti catanesi. Un fenomeno che pesa trentamila tonnellate di rifiuti e che obbliga il Comune ad una spesa di oltre tre milioni annui. In tale direzione, gli assessori Cantarella e Alessandro Porto (delegato alla Polizia municipale), presenteranno nei prossimi giorni i dettagli di un nuovo piano “anti-incivili”.


13 Aprile 2019 - 11:24