Il grido di protesta degli Ncc "Abrogare subito la normativa"


il 06 Dicembre 2018 - 11:09

la manifestazione

Il grido di protesta degli Ncc
"Abrogare subito la normativa"

Sotto accusa la legge 29/92 in proroga dal 2009.

CATANIA - Un'accesa protesta. Decine di lavoratori del settore Noleggio con conducente stanno protestando di fronte la Prefettura contro la normativa nazionale, la legge 29/92 in proroga dal 2009, che con il governo Conte potrebbe diventare esecutiva restringendo le possibilità dei lavoratori del settore. La città etnea, dunque, partecipa alla mobilitazione nazionale.

"Succede una di quelle mazzate storiche che, secondo il governo sarebbero antiabusivismo, ma nella realtà sono norme ammazza noleggio con conducente - spiega Giuseppe Buonadonna, rappresentante per la Sicilia dell'Anitrav, Associazione Nazionale Imprese Trasporto Viaggiatori. Il governo, che si dice del cambiamento, non fa altro che assoggettarsi al potere lobbistico dei tassisti che dieci anni fa, fecero inserire in maniera piratesca e senza nessuna discussione parlamentare, una norma di legge che andava a ritoccare pesantemente, in senso restrittivo, la legge quadro nazionale che regolava il nostro mestiere. Il governo ha sospeso la norma per evidenti profili di incostituzionalità, ma noi vogliamo sia abrogata" - aggiunge,

A essere contestata è soprattutto la previsione che, chi ha più autorizzazioni raccolte in più comuni d'Italia, dovrà avere una sede legale per ogni comune nel quale ha vinto un'autirizzazione. Questo è anacronistico - conclude . e ci danneggia. A Catania sono circa 100 i ncc, ma la questione è nazionale e riguarda circa 200 mila persone.


il 06 Dicembre 2018 - 11:09