Lombardo lascia Rebibbia Il boss torna ai domiciliari


il 16 Aprile 2018 - 16:48

mafia

Lombardo lascia Rebibbia
Il boss torna ai domiciliari

Il Tribunale di Sorveglianza di Milano ha accolto il ricorso del difensore.

CATANIA - Una storia giudiziaria infinita. Rosario Lombardo torna ai domiciliari. Il Tribunale di Sorveglianza di Milano ha accolto il ricorso del difensore Pino Ragazzo che aveva immediatamente impugnato il provvedimento di sospensione della misura degli arresti domiciliari concessi per le condizioni di salute incompatibili con il regime detentivo. Il boss del clan Santapaola di Catania che sta scontando due condanne definitive a 20 anni per mafia (processo Stella Polare e Ghost) lascia quindi dopo un mese il carcere di Rebibbia dove era finito per aver violato i domiciliari.

Lombardo infatti si è recato ad una visita medica senza la necessaria autorizzazione del Tribunale di Sorveglianza. Aveva provveduto a comunicare lo spostamento a carabinieri e polizia ma non ha atteso il "benestare" dell'autorità giudiziaria. Un'inottemperanza che lo portato dritto dritto in carcere. Il Tribunale di Sorveglianza di Milano ha accolto le istanze del difensore e ha disposto il trasferimento al domicilio dove sta scontando le condanne. Saro U Rossu è anche uno degli imputati chiave del processo (abbreviato) Carthago 2, ormai alle battute finali.


il 16 Aprile 2018 - 16:48